A me piace pensare, e credo di non essere la sola, che certi libri abbiano proprietà magiche e sappiano trovare la strada per arrivare al lettore al momento giusto, prima ancora che lui sappia di averne bisogno. Non un lettore che sceglie un libro, ma quel libro particolare che sceglie quel particolare lettore.

Paris in love, secondo me, è uno di quei libri. Eloisa, l’autrice e protagonista, vive in New Jersey e ha una vita gratificante, solo un po’ prevedibile, con un lavoro, un marito e due figli. Ma quando l’imprevedibile succede e lei ne esce vacillante, decide di realizzare un sogno a lungo tenuto nel cassetto: vende casa e macchina e si trasferisce a Parigi. Un anno intero, con tutta la famiglia. Giorno dopo giorno, gioiosità, lievità e un persistente senso di stupore e gratitudine si fanno strada nei loro cuori, la città regala loro un nuovo senso del tempo e dello stare insieme, avvolgendoli in una nuvola di arte, bellezza a ogni angolo, bontà e savoir vivre, che sono il mix che fa di Parigi Parigi.

Ma la magia di Paris in love non è solo di far innamorare di una città meravigliosa. Ciò che trasmette, e che si può gustare anche senza partire, è il valore delle piccole gioie quotidiane, la scoperta che il tempo perso insieme a chi si ama è tempo guadagnato, che la felicità è solo questione di come si guarda il mondo. Chi non ha bisogno di tutto ciò? Prevedo che, se vi lascerete scegliere da questo libro, vivrete intensi momenti di serenità.